fbpx

Un team da oro olimpico: sport e digital marketing

 In V.

Sport e digital marketing

Eh sì, anche queste Olimpiadi sono finite, il braciere si è spento e la fiamma è in viaggio verso Tokyo, gli ultimi bellissimi fuochi d’artificio hanno illuminato per l’ultima volta il Cristo Redentore a Rio de Janeiro e l’emozione e l’entusiasmo hanno lasciato il posto a un po’ di malinconia.

Come al solito, gli Stati Uniti hanno fatto man bassa di ori, ma anche noi possiamo festeggiare con 28 medaglie e tante tante emozioni e diciamolo, anche un po’ di delusione per qualche quarto posto e qualche medaglia mancata … Ma non siamo qui a fare un bilancio su i medaglieri delle Olimpiadi.

Non so se ci avete fatto caso (ma sicuramente sì) questi giochi olimpici sono stati molto social con l’hashtag #Rio2016 che impazzava su tutti i social! Tutti twittavano, postavano o facevano foto su Instagram sulle Olimpiadi … persino Federica Pellegrini per comunicare tutto il suo rammarico e  dispiacere per non essere riuscita a conquistare nemmeno un bronzo si è affidata ai social!

Cosa vuol dire tutto questo? Che il mondo dello sport sta cambiando, che lo sport e la sua comunicazione si sta avvicinando sempre di più ai social media e, di conseguenza, al digital marketing.

I social media rappresentano per lo sport, sopratutto per quelli meno seguiti come la scherma o l’atletica, una opportunità e un modo molto efficace per comunicare direttamente e in tempo reale con i fan e per farsi conoscere dagli altri.

Nello sport, e Rio ce lo ha dimostrato, le squadre, le federazioni e gli atleti hanno almeno un account con il quale interagiscono direttamente con i fan per migliorare la propria “brand awareness” e la visibilità!

Anche il modo di vedere lo sport è cambiato: si seguono le partite sempre di più su smartphone o tablet, pronti per commentare con i live tweeting … e questo lo sport lo ha capito! Interagire con i fan, incoraggiarli a mandare foto e commentare in tempo reale sono soltanto alcune delle strategie che lo sport usa per creare una community attiva!

Che dire … l’accoppiata sport e digital marketing è sicuramente da medaglia d’oro!

No siete ancora convinti? Allora vi faccio un esempio.

Alzi la mano chi non ha visto almeno la semifinale di volley maschile al cardiopalmo con gli Usa? Chi non ha sofferto e alla fine è esploso di gioia per quella vittoria?

Bè, quella partita è stata la svolta per il volley maschile italiano! L’attenzione mediatica e quella degli utenti su i social è stata incredibile: tutti condividevano o twittavano qualcosa sulla nostra nazionale e a furor di popolo Ivan Zaytsev è diventato quasi un eroe nazionale e nominato “Zar di tutte le regioni d’Italia”! Tutti parlavano di quella partita e la fanpage dell’Italvolley e dello zar che scaglia palloni a 127 km/h ha conosciuto una crescita impressionante!

E così tutto il popolo dei social si è stretta intorno ai nuovi beniamini dello sport italiano quando, ahimè, non siamo riusciti a battere il Brasile e a vincere quell’oro che aspettiamo da sempre.

Le Olimpiadi sono state un’importante vetrina per il volley, così come lo è stato per la scherma e per gli altri sport in cui abbiamo fatto faville, e le federazioni, così come gli atleti, hanno capito il potenziale di questi mezzi per aumentare la propria visibilità e innescare quel “buzz” che serve per crescere e migliorare.

Queste sono state le Olimpiadi che hanno fatto capire (o confermare) che lo sport non può più fare a meno di una buona ed efficace strategia!

Recent Posts

Leave a Comment

come-diventare-copywritercome-fare-un-buon-sito